lunedì 11 novembre 2013

Perché nessun Assassino è figo quanto Ezio Auditore

Assassin's Creed è a mio avviso uno dei videogiochi più belli che siano mai stati creati negli ultimi dieci anni: la storia di per sé interessante a cui si aggiunge la possibilità di ammazzare buoni e cattivi in svariati modi mi hanno tenuta davanti la Xbox per giorni interi, mi hanno reso la persona più felice del pianeta quando per il mio compleanno mi è stata regalata l'antologia (tutti i videogiochi insieme), mi hanno fatto scattare foto ad uno sconosciuto che al Romics ha deciso di vestirsi da Ezio Auditore o mi ha fatto maledire il fatto di non essere al Lucca Comics per il salto della fede.
Ormai sono quasi alla fine dell'ultimo capitolo, Black Flag, che sembra far recuperare all'Ubisoft (la casa produttrice del suddetto videogame) un bel po' di punti, dopo la noiosissima avventura di Connor.

Ad ogni modo, i fan più accaniti saranno sicuramente a conoscenza del fatto che mister Oliver Bowden (pseudonimo di uno scrittore esperto in Storia Rinascimentale Italiana e grande amante dei videogiochi:, un uomo da sposare insomma) ha preso largamente spunto dal videogioco per imbastirci una serie di romanzi.
Ora, in un articolo pubblicato sul giornale per cui scrivo (e che trovate a questo link: http://www.forumnews.it/?p=4829) ho parlato del primo romanzo basato sulla vita del primo Assassino Altair. 
Ovviamente ho letto anche gli altri, più che altro perché dedicati a quel gran figo che è Ezio Auditore, protagonista di ben tre episodi giocabili.

"Assassin's Creed. Rinascimento" è il primo romanzo della trilogia dedicata al mio Assassino preferito; copiando praticamente tutto il videogioco, il libro racconta la vita di Ezio, figlio del banchiere Giovanni Auditore e cittadino fiorentino del Cinquecento. La sua vita, fatta di bagordi, bevute, sesso libero e arrampicate sui campanili col fratello, viene sconvolta quando tutta la famiglia, fatta eccezione per la mamma e la sorella, viene giustiziata dal gonfaloniere Uberto Alberti.
Ezio prende mamma e sorella e insieme a loro abbandona momentaneamente Firenze per cercare rifugio a casa dello zio, non molto distante dal capoluogo toscano. 
Lo zio ospita la sua famiglia, prende il nipote sotto la sua ala e gli svela un segreto: Ezio è figlio di Assassini, uomini che, seguendo il Credo (secondo cui "Nulla è reale. Tutto è lecito"), da secoli conducono una vera e propria guerra contro i Templari, che come tutti noi già sappiamo, controllano il mondo intero senza che noi ce ne accorgiamo.
Ezio entrerà a far parte della confraternita e dedicherà la prima parte della sua vita a cercare per tutta Italia, e poi uccidere tutti i Templari legati alla morte dell'amato padre. 
Silenzioso, invisibile, letale.
Il suo viaggio però lo condurrà molto più lontano, rendendo la posta in gioco più alta della sua vendetta e, aiutato da un giovane Leonardo da Vinci che costruisce per lui armi sofisticate e da Niccolò Machiavelli anche lui membro dell’Ordine degli Assassini, dovrà trovare un antico Codice, che si dice conferisca a chi lo possiede grande potere, prima che cada nelle mani dei suoi nemici.

"La Crociata Segreta", romanzo dedicato alla vita di Altair, ha di molto ampliato la vicenda raccontata nel videogame, tanto da continuare fino alla morte del suo protagonista. "Rinascimento" invece è identico al gioco tranne per alcuni piccoli approfondimenti, ma vale comunque la pena leggerlo: lo charme, la faccia di bronzo del protagonista, tutti i personaggi incontrati nel corso della sua prima avventura (la maggior parte di loro storici, come nel caso di Leonardo Da Vinci o della famiglia Borgia) non fanno altro che far risultare straordinario questo spaccato di storia.
In più è un romanzo ambientato nell'Italia Rinascimentale, con ricostruzioni storiche molto dettagliate che vi daranno un quadro generale della situazione della nostra nazione all'epoca: se non vi piace studiare sui libri di storia, almeno leggetevi il romanzo.

Che sia esistito o meno, Ezio Auditore resta senza dubbio l'Assassino più interessante di cui ad oggi possiate aver sentito parlare, e la Confraternita, con le sue armi, il suo Credo e i suoi soldati, è senza dubbio una realtà affascinante. 
La copertina, poi, è irresistibile. 

Titolo: Assassin's Creed. Rinascimento
Autore: Oliver Bowden
Editore: Sperling&Kupfer
Prezzo: € 19,90 (rilegato)
Adatto a: tutti gli amanti della saga degli Assassini, chi vuole leggere un'altra faccia del Rinascimento o chi non ha la possibilità di giocare ai videogame ma è comunque incuriosito dalla Confraternita.
Che faccio, lo compro?: Si, se sei un fan accanito, o non hai mai giocato al videogame.









Nessun commento :

Posta un commento