venerdì 4 ottobre 2013

"Non piangete per me, sono già morto"..

Se un romanzo mi è piaciuto davvero quando lo finisco mi sento un po' persa, come se un caro parente fosse andato a vivere all'estero: sai che è vivo ed esiste, ma non siete più in stretto contatto.

Ricordate il libro di cui vi ho accennato l'ultima volta?
L'ho finito.

Prima di rivelarvi il titolo di questo capolavoro della letteratura moderna avrei una domanda per voi: se aveste l'opportunità di tornare indietro nel tempo, quale evento storico di portata mondiale cambiereste?

E' su questo presupposto che si basa 22/11/63, penultimo romanzo di Stephen King edito Sperling & Kupfer nel 2011.

Il trentacinquenne Jake Epping, professore di letteratura inglese presso una scuola superiore, è un uomo che non ha mai versato una lacrima.
Forse a causa di un blocco emozionale, è stato lasciato dalla moglie a causa di questa mancanza e per occupare il tempo (e per arrotondare lo stipendio) ha iniziato ad occuparsi dei corsi serali. Grazie a questo nuovo "lavoro" ha la possibilità di leggere il tema di Harry Dunning, bidello della scuola, e di scoprire il suo tragico passato, legato all'assassinio di tutta la sua famiglia a causa del padre ubriaco e manesco.
Jake prende talmente a cuore la vicenda di Harry che il giorno del diploma lo invita alla tavola calda di Al Templeton per festeggiare con un hamburger venduto a prezzi stracciati, tanto stracciati che quasi nessuno frequenta il ristorante perché non riesce a spiegarsi di come un hamburger che si presuma essere di manzo possa essere venduto a circa 2 dollari.
Ad ogni modo, dopo qualche giorno Jake riceve una telefonata nientepopodimeno che dallo stesso Al, che lo invita alla tavola calda per una questione urgente. L'Al che si ritrova di fronte il nostro insegnante è invecchiato e si è ammalato di tumore da un giorno all'altro, senza alcuna spiegazione apparentemente logica.
Al nasconde un segreto nel retrobottega: un varco temporale che lo porta ogni volta alle 11:58 del 9 settembre del 1958.
Ecco spiegato il primo arcano: la carne comprata proveniva dal 1958 ed era stata pagata a prezzi stracciati; ogni volta che torna nel presente sono trascorsi solo due minuti (nonostante nel passato avesse trascorso ore o addirittura anni) e qualsiasi cambiamento fatto nel passato ha sì conseguenze sul futuro, ma viene azzerato una volta tornati ancora indietro.
Mi rendo conto che la faccenda possa risultare complicata, ma una volta presa la mano è davvero molto semplice da capire.

Fatto sta che a complicare le cose ci si mette il fatto che Al ha un piano grandioso in mente ma che per ovvi motivi di salute non può portare a compimento: vuole salvare Kennedy dall'assassinio di Dallas, Texas impedendo così tutte le conseguenze storiche che questo avvenimento ha portato con sé, a partire dalla Guerra del Vietnam.
Jake torna nel passato e assume l'identità fittizia di George Amberson, con il quale si farà chiamare per tutto il corso della sua permanenza nel Mondo di Allora.
Cosa fa nell'attesa?
Cambia il destino di Harry Dunning, di cui non si è mai dimenticato; cambia la vita di una donna divenuta paraplegica nel suo mondo, si trasferisce a Jodie, si innamora della nuova bibliotecaria e cambia il destino dei suoi studenti; con il pensiero costantemente rivolto al Texas e alla vita di Lee Harvey Oswald (l'assassino di Kennedy) cercando di capire se ha agito da solo o aiutato da qualcuno.

Ma il passato vuole l'armonia e non ama essere cambiato.
Ecco perché diventerà il più grande nemico di Jake/George/Epping/Amberson.

22/11/63 è un capolavoro, c'è poco da aggiungere.
Stephen King ha uno stile accattivante, scorrevole e sopratutto chiaro nella stesura di un romanzo lungo e ingarbugliato come lo è stato questo.
In particolare, riflette e cerca di trovare una risposta su questioni che hanno sconvolto l'intera umanità e hanno cambiato il corso della Storia: come sarebbe stato diverso il mondo di oggi se Kennedy non fosse stato assassinato? Se la farfalla avesse battuto le ali un secondo prima, cosa sarebbe diverso quarant'anni dopo?
Leggete questo romanzo e lo scoprirete.

Titolo: 22/11/63
Autore: Stephen King
Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo: 14,00€, brossura
Adatto a chi: non ha mai letto un libro di Stephen King (questo è ottimo per iniziare, non fatevi spaventare dalle circa 800 pagine), chi ama la fantascienza, i viaggi nel tempo e chi si è sempre chiesto cosa sarebbe cambiato se Kennedy avesse avuto l'opportunità di finire il suo primo mandato da presidente.
Che faccio, lo compro?: si. Si. SI!


Nessun commento :

Posta un commento