martedì 27 agosto 2013

Quiii, micio micio micio!

Ieri ho minacciato per la prima volta un parente che non fosse mio fratello.
Solitamente non sono molto propensa a prestare i miei libri, li curo come se fossero miei pargoli (prestereste mai vostro figlio?) ed entro in uno stato d'ansia ogni volta che abbandonano la mia umile dimora.
Sarà stata la pietà, la preoccupazione, la bontà, fatto sta che mia madre ha deciso di prestare un mio libro a mio zio, che oggettivamente sta vivendo un brutto periodo.
Il suddetto romanzo è tornato a casa sano e salvo, quando nel bel mezzo della cena mio cugino ha deciso di intervenire:
"Pà, hai detto ad Ale del libro?"
Io, presa dal panico: "Perché, che è successo al libro? Sembrava intero!"
"Mannò, non ti preoccupare - è intervenuto il fedifrago -  ho solo fatto le orecchie alle pagine per ricordarmi dov'ero arrivato"
Dopo un istante di silenzio ho messo su la mia espressione più seria e con voce calma ho risposto: "Zio, domani mattina controllo il libro, se ha anche solo un danno maggiore delle orecchie giuro che ti raggiungo a Milano e ti pesto."

Questo breve siparietto familiare per parlarvi del libro del giorno, testo a cui sono particolarmente legata: "Cleo", di Helen Brown.

Tratto da una storia vera e autobiografica, il romanzo racconta di come dopo la morte del piccolo Sam, la vita di Helen, dell'altro figlio Rob e di suo marito Steve sia cambiata radicalmente. Il dolore da affrontare inizialmente era troppo forte, il piccolo Rob aveva perso il sorriso e Helen era letteralmente disperata quando un giorno la sua cara amica Lena si presenta alla sua porta con una piccola gattina nera, animaletto che tempo prima il defunto Sam aveva scelto come regalo di compleanno. Helen è lì lì per restituirla quando accade il miracolo: il piccolo Rob ricomincia a sorridere.
Basta questo a convincere Helen che la piccola Cleo sia entrata nelle loro vite per un motivo particolare e decide di darle una possibilità. Inizia così una divertente quanto intensa convivenza con il gatto (la famiglia si era da sempre dichiarata amante dei cani) che resterà con la famiglia per più di vent'anni, assistendo a un divorzio, trasferimenti, matrimoni e nuove nascite.
Cleo insegnerà alla famiglia, come solo i gatti sanno fare, cosa significa ricominciare a vivere.

Il romanzo è ricco di dolcezza, lo stile molto semplice e la lettura sicuramente scorrevole; le pagine sono piene di tutto ciò che Cleo ha fatto in vent'anni di vita, a partire dalle scorribande nel giardino fino ad arrivare all'inevitabile vecchiaia. L'attenzione per i particolari ha aiutato l'autrice a descrivere il gatto, vero protagonista del romanzo, in tutte le sue sfaccettature, i suoi cambiamenti di umore e i movimenti della sua cosa.
"Cleo" ci racconta tutto quello che i gattofili hanno il privilegio di vivere quotidianamente con i loro animali domestici e ci lascia un insegnamento fondamentale: gli animali sono in grado di curare le nostre più profonde sofferenze senza chiedere niente in cambio se non il nostro amore.

E' triste rendersi conto di avere meno dignità di loro nel momento in cui decidiamo di abbandonarli per andare in vacanza.

Titolo: Cleo
Autore: Helen Brown
Editore: Piemme
Prezzo: 11,00€ in brossura
Adatto a chi: ama i gatti, chi sta vivendo un momento difficile, chi cerca il coraggio per prendere una decisione fatale.


Piccolo Post Scrittum: queste sono due foto della MIA Cleo. Ecco perché sono particolarmente legata al romanzo: mi è caduta la mandibola quando ho visto la copertina.







Nessun commento :

Posta un commento