mercoledì 7 agosto 2013

Era un'estate di dieci anni fa

Se durante l'adolescenza il tuo fisico aveva la conturbante forma del parallelepipedo, non eri molto loquace e ti vergognavi di farti vedere in giro allora non ti sembrerà strano venire a sapere che quando avevo quattordici anni ho letto "Q" di Luther Blissett.

Il romanzo è complesso e affascinante come la storia dei suoi autori: dovete sapere infatti che al nome di Luther Blissett risponde un collettivo di artisti, perfomers, riviste e scrittori che con azioni spesso sabotatrici ma che comunque hanno sempre avuto il solo scopo di denunciare il sistema mediatico hanno pubblicato nel 2000, tramite la sezione bolognese del Luther Blissett Project il suddetto libro.

Ad ogni modo, "Q" è un romanzo storico in cui, tramite la tecnica del flashback, sono raccontate le avventure dei suoi due protagonisti: un anonimo eretico anabattista e Q, il suo nemico, spia per i papisti nel periodo delle lotte all'eresia. La vicenda si snoda dal 1522 al 1555 circa, spazia dalla Germania alla Gran Bretagna, fino in Italia e vede il giovane eretico che cerca in tutti i modi di far avverare il suo sogno:  cambiare una realtà che non piace e che gli sta un po' strettina (l'immobilismo medievale, fatto di caste e soprusi verso le classi più deboli).
Sotto questo unico ideale il protagonista cerca di inseguire e aiutare i più svariati profeti credendo all'utopia di poter cambiare le cose, stravolgere la famosa "reductio ad unum" quei "due soli" (impero e papato) che tanto hanno stancato lui e il famoso Lutero. 

"Q" richiede tempo e impegno: le linee temporali non seguono l'iter cronologico, i flashback sono continui, e spesso per chiarezzavi ritroverete a tornare indietro di qualche pagina per capire la distanza temporale tra un capitolo e l'altro.
Le prime cento pagine inoltre servono ad ambientarsi e a farvi capire le logiche del libro e la chiave di lettura. D'altronde "Q" è un romanzo frutto di cinque menti e lo si capisce dai diversi stili e sensibilità dei propri autori: ci sono punte di poesia pura affiancate da terrificanti descrizioni, crude e ostili o ancora momenti di alto nozionismo storico.

E' un gioiello da tenere in libreria, un'opera di incontestabile maestria e soprattutto di una modernità incommensurabile: la riforma protestante portata avanti da Lutero diventa subito metafora della lotta che i Luther Blissett di tutto il mondo fanno ogni giorno contro i regimi totalitari e contro la massificazione sociale e culturale.

Fatevi un favore. Leggetelo.

Titolo: Q
Autore: Luther Blissett
Editore: Einaudi
Prezzo: 17,50€ in copertina rigida
Adatto a: tutti, in particolare a chi ama la storia e cerca nel passato le chiavi di riflessione per il futuro.

Nessun commento :

Posta un commento